Vai alla Home Page

Circolari
Chi siamo Cosa Offriamo Consulenza Come lavoriamo Dove siamo Contatti Circolari Moduli Collegamenti

LE INTERPRETAZIONI E LE CONSIDERAZIONI ESPRESSE NELLE CIRCOLARI, PUR RIFACENDOSI ALLA ESPERIENZA ED AL BUON SENSO DI CHI SCRIVE, NON POSSONO IN ALCUN MODO ESSERE IMPEGNATIVE PER LO STUDIO, NE' ADOTTATE DA CHI LEGGE APODITTICAMENTE ED ACRITICAMENTE. LO STUDIO SCRIVENTE SI ASSUME LE SUE RESPONSABILITA' INTERPRETATIVE E DI INDIRIZZO SOLO A SEGUITO DI ANALISI E VERIFICA DIRETTA DELLE QUESTIONI CON IL CLIENTE.

Archivio Storico Circolari

 
CIRCOLARE 1 - 02/08/2016
 
• CHIUSURA STUDIO PER FERIE ESTIVE
• VOUCHER

 

CHIUSURA STUDIO PER FERIE ESTIVE DAL 6 AL 26 AGOSTO COMPRESI
Le ferie delle nostre collaboratrici sono programmate tenendo conto delle vostre esigenze, pertanto dalla metà del mese di luglio siamo in grado di anticipare l’elaborazione dei cedolini, si prega di anticiparci le informazioni delle presenze dei dipendenti preventivandole fino alla fine del mese, provvederemo all’eventuale conguaglio di straordinari e/o assenze nel mese successivo. A chi paga gli stipendi di agosto alla fine del mese, raccomandiamo di darci gli elementi necessari all’elaborazione entro il 1° agosto per permetterci di trasmettervi gli elaborati prima della vostra chiusura, così facendo eviteremo di crearvi problemi alla fine del mese, diversamente potrete inviarcele per l’elaborazione dal 26/8/15.
Per ciò che riguarda assunzioni o cessazioni già programmate (di cui si sa con certezza che avverranno durante il periodo di chiusura dello studio) v’invitiamo a comunicarcelo con cortese sollecitudine affinché lo studio possa inviare le comunicazioni nei termini previsti.
Ricordiamo che le comunicazioni di assunzioni, cessazioni e trasformazioni sono ormai, obbligatoriamente, trasmettibili solo telematicamente, con l’unica eccezione dell’assunzione che, nei casi di impossibilità di utilizzo di tali sistemi, potrà avvenire tramite fax al nr. 848 800 131 utilizzando il modello “unificato urg”, scaricabile dal sito www.cliclavoro.gov.it/Moduli%20e%20Documenti/UNIURG_AGGIORNATO.v6.pdf. In caso di improvvisa cessazione di rapporto di lavoro, la comunicazione dovrà essere inviata per posta al centro per l’impiego di competenza aziendale indicando i dati anagrafici del lavoratore che si e’ dimesso e la data in cui ha cessato il rapporto. Tali comunicazioni dovranno essere comunque seguite dall’ordinaria procedura, Vi raccomandiamo pertanto di segnalarcele alla riapertura dello studio.
 
INVIO DELLA DENUNCIA DI INFORTUNIO ENTRO 2 GIORNI ANCHE DURANTE LA CHIUSURA FERIALE
Il datore di lavoro, nel caso in cui occorra un infortunio sul lavoro a un proprio dipendente, collaboratore familiare, socio o lavoratore parasubordinato, ha l’obbligo di presentare la denuncia d’infortunio all’Inail e all’Autorità di Pubblica Sicurezza entro due giorni dal ricevimento del certificato medico.
In considerazione dell’avvicinarsi del periodo di chiusura del ns. ufficio per ferie estive, si avverte che l’obbligo d’invio della denuncia rimane in capo al datore di lavoro: si ritiene utile quindi fornire una sintesi delle istruzioni in modo tale che l’impresa possa procedere autonomamente all’invio della denuncia in oggetto.
 
“Il datore di lavoro è tenuto a denunciare all’Inail e all’Autorità di Pubblica Sicurezza gli infortuni, la cui prognosi supera i tre giorni, occorsi sul lavoro ai lavoratori dipendenti e ai prestatori d’opera (collaboratori familiari, soci, lavoratori parasubordinati, ecc.). La denuncia va redatta su apposito modulo e, entro due giorni dal ricevimento del certificato medico.
Nei Comuni, ove manca l’Autorità di P.S., la denuncia deve essere inoltrata al Sindaco”.

 
Adempimenti del datore di lavoro:
• Deve presentare all’Inail e all’Autorità di Pubblica Sicurezza la denuncia di infortunio entro 2 giorni dalla data in cui ha ricevuto il primo certificato medico con prognosi che comporta astensione dal lavoro superiore a 3 giorni.
• Non è tenuto ad inviare la denuncia in caso di infortunio di durata inferiore a tre giorni; se però la prognosi si prolunga oltre il terzo giorno, la denuncia deve essere inviata entro 2 giorni dalla ricezione del nuovo certificato;
• La denuncia d’infortunio deve essere inoltrata all’Inail in via telematica tramite la sezione “SERVIZI ONLINE” del sito www.inail.it, il cui accesso sarà subordinato all'ottenimento delle credenziali;
• In caso d’infortunio che abbia comportato la morte o il pericolo di morte, la denuncia deve essere trasmessa all’Inail per telegramma entro 24 ore dall’infortunio;
• Se il termine di presentazione della denuncia coincide con un giorno festivo, il medesimo slitta al primo giorno successivo non festivo, mentre se coincide con la giornata del sabato, la denuncia deve comunque essere presentata;
• Qualora non fosse possibile utilizzare tale servizio la denuncia può essere inviata tramite posta certificata, scansionando il modulo compilato e firmato dal legale rappresentante e il certificato medico. Il modello è prelevabile sul sito www.logossnc.it alla sezione moduli.
• Alla denuncia inoltrata via pec deve essere allegato anche il primo certificato medico;
• Qualora i dati salariali non siano disponibili all’atto della denuncia, gli stessi dovranno essere comunicati successivamente;
• Gli indirizzi di posta certificata INAIL sono reperibili sul sito internet:
 
http://www.indicepa.gov.it/ricerca-pec/n-ricerca-pec.php?cod_amm=inail&mail_pec=
 
Sanzioni:
Il datore di lavoro che non invia la denuncia d’infortunio entro i termini previsti o la invia in ritardo è soggetto al pagamento di una sanzione amministrativa da € 1.290,00 a € 7.745,00 (se la sanzione è pagata entro i tempi indicati previsti dalla diffida, è pari a € 1.290,00 – se la sanzione è pagata entro 60 giorni dalla notifica è pari a € 2.580,00).
La sanzione prevista negli importi indicati è applicata sia dall’Inail sia dall’Autorità di Pubblica Sicurezza.
 
Infortunio in itinere:
L’infortunio in itinere è quello che occorre al lavoratore durante il normale percorso di andata e ritorno dal luogo di lavoro, anche in caso di utilizzo del mezzo di trasporto privato, purché necessitato. L’infortunio in itinere è indennizzato:
• Durante il normale percorso di andata e ritorno dal luogo di abitazione a quello di lavoro
• Durante il normale percorso che collega due luoghi di lavoro se il lavoratore ha più rapporti di lavoro
• Durante il normale percorso di andata e ritorno dal luogo di lavoro a quello di consumazione abituale dei pasti qualora non sia presente un servizio di mensa aziendale.
 
Infortuni occorsi ai titolari di aziende artigiane:
Il titolare di azienda artigiana che subisce infortunio è obbligato alla presentazione della denuncia nei termini previsti (vedi sopra). Nel caso di mancato o ritardato invio della denuncia non è applicata alcuna sanzione amministrativa, ma l’indennità temporanea non è erogata per il periodo che va dal secondo giorno successivo alla data dell’infortunio (termine per la presentazione della denuncia) al giorno di effettivo invio.
 
RACCOMADIAMO, ALLE AZIENDE CLIENTI, D’INFORMARCI TEMPESTIVAMENTE ALLA RIAPERTURA DELL'UFFICIO, DI OGNI EVENTUALE INFORTUNIO OCCORSO.  

 

VOUCHER
Le aziende, che utilizzano personale con pagamento tramite “voucher” per i quali Logos effettua la comunicazione di attivazione dei voucher, dovranno comunicarcipreventivamente l’utilizzo del personale per il periodo di agosto in cui il ns. ufficio sarà chiuso, diversamente potranno segnalare al numero verde 803164 gli utilizzi o tramite il servizio on-line del sito www.inps.it.
 


Risoluzione consigliata: 1280x1024

Privacy Policy

Valid HTML 4.01 Transitional CSS Valido!